MicaSense Altum camera termica e multispettrale per droni. Una nuova ed interessante soluzione 3 in 1 che combina un unico sensore in grado di captare immagini termiche e multispettrali.

Il nuovo sensore top di gamma dedicato ai droni per mappatura concentra tecnologia all’avanguardia in un solo dispositivo, evitando così di volare con più sensori a bordo.

“Altum è il risultato dell’esperienza maturata nello sviluppo di analisi avanzate e nella comprensione delle esigenze di ricerca. Ci siamo resi conto che il mercato è limitato da vincoli di acquisto di più sensori. L’obiettivo di Altum è semplificare il flusso di lavoro e, con l’acquisizione sincronizzata, fornire risultati che possono essere interpretati più facilmente”, così ha dichiarato Justin McAllister, CTO e Co-fondatore di MicaSense.

Difatti la nuova camera per droni è configurata con cinque bande (red, green, blu, near infrared e red edge) unite ad un sensore integrato Lepton® radiometrico prodotto da FLIR.

Un dispositivo destinato sicuramente a semplificare la mappatura con droni, sia in ambito agricolo che industriale, il dataset potrà essere elaborato tramite i più comuni software di post-processing fotogrammetrico quali ad esempio Agisoft Photoscan (Leggete anche: “Corsi professionali Agisoft Photoscan”).

MicaSense Altum camera termica e multispettrale per droni è dotata di una interfaccia Usb 3.0 espandibile ed una memoria interna in grado di archiviare una mole considerevole di dati, così da migliorare ed ottimizzare ancora di più i tempi di volo del drone.

Altra interessante specifica di Altum è il sensore di luminosità denominato Downwelling (DLS), in attesa di brevetto, il quale garantirà una calibrazione automatica del dispositivo in base alla quantità di luce presente durante la missione di volo. Funzionalità anch’essa volta a snellire e semplificare le operazioni di calibrazione manuale non sempre semplici e veloci da eseguire.